SPIDER

L'evoluzione delle tecnologie di simulazione visuale real-time nei campi della prototipazione industriale (ricerca), del training specialistico (addestramento dell'utente finale), della formazione tecnologica (manutenzione), e della simulazione preventiva (addestramento operatori in attività a rischio) sta spingendo il mercato verso una richiesta sempre più incalzante di tali tecnologie per ridurre i costi di formazione, diminuire i livelli di rischio durante gli addestramenti, ridurre drasticamente l'impatto ambientale, aumentare le capacità formative e l'efficienza del supporto tecnico. L'Italia è carente sull'offerta di tali sevizi: esistono solo centri di addestramento interni ad alcune delle più importanti realtà. La competizione con gli altri paesi europei sta spingendo chi opera in tale settore ad una rincorsa tecnologica verso un sistema di formazione delle risorse umane adeguato alle esigenze di mercato.

All'interno della simulazione visuale in real-time si collocano gli MBFS (Motion Based Flight Simulators) che però, dato gli alti costi, risultano ad oggi presenti solo in situazioni di nicchia (presso grandi realtà dell'industria aerospaziale).

L'efficacia dei sistemi simulativi MBFS, come sostitutivi di elementi reali durante molte fasi di training, risulta ormai ampiamente dimostrata; tuttavia gli alti costi ne impediscono al momento un utilizzo esteso, annullando così i potenziali benefici economici.

Product Enquiry
Confronta

Descrizione

Obbiettivi progetto SPIDER

SPIDER avrà in tal senso lo scopo di migliorare sia gli aspetti economici che operativi del simulatore attraverso:

la riduzione dei costi dei sistemi MBFS (con specifico riferimento all’addestramento di piloti di elicottero);
il miglioramento della flessibilità dei sistemi MBFS dotandoli di una architettura SW facilmente riconfigurabile e di un’infrastruttura fisica facilmente trasportabile;
l’ampliamento delle possibilità di interazione con gli scenari virtuali al fine di incidere su un mercato più ampio di quello attuale.

Tali obiettivi verranno raggiunti attraverso l’ottimizzazione dei costi e delle performance di tre componenti critiche del sistema:

La piattaforma dinamica (aumento dei gradi di libertà e riduzione dei costi);
L’HW e il SW dei sistemi grafici (workstation grafiche, proiettori, tracciatori, …) (miglioramento della qualità grafica e utilizzo di componenti commerciali a basso costo);
Interfaccia pilota: implementando un cockpit con strumentazione virtuale riconfigurabile in grado di consentire un rapido cambio di modello di velivolo.

Principali elementi innovativi

  • Utilizzo di una piattaforma dinamica specifica per simulatori di elicotteri (HP-4 o HD-4 Superelectric);
  • Virtualizzazione, tramite grafica 3d, della strumentazione di bordo, mediante utilizzo di sw basato su librerie OpenSource;
  • Sviluppo di un ambiente SW grafico per l’allestimento delle condizioni ambientali;
  • Compatibilità agli standard HLA;
  • Sviluppo di strumenti SW per permettere al tutor di variare le situazioni ambientali in tempo reale (durante la fase di training);

Implementazioni specifiche del dimostratore

La fase attuale del progetto prevede la definizione di uno scenario operativo per il dimostrativo finale del progetto; tale scenario è selezionato tra una ristretta rosa di possibili applicazioni tra le quali si citano:

  • l’addestramento per operazioni di avvistamento (SAR);
  • l’addestramento per operazioni di intervento antincendio (Protezione Civile);
  • l’addestramento all’appontaggio di elicotteri su unità navali in navigazione (Marina Militare).

Tra queste si è deciso di prediligere il simulatore di appontaggio anche considerando il fatto che INFOBYTE ha già sviluppato un simulatore di guida di navi veloci (SINAVE) che potrebbe essere rapidamente utilizzato per la parte di definizione del moto dell’unità navale.

Al fine di poter sviluppare nel modo più efficace possibile il Dimostratore, è in ogni caso necessario il coinvolgimento di Enti specializzati (Es. Marina, Aeronautica, ecc) sia nella fase di definizione delle specifiche che di validazione dei risultati raggiunti.

Tale coinvolgimento sarebbe comunque a titolo completamente gratuito e senza alcun impegno per le parti; al contrario l’Ente potrebbe beneficiare delle sperimentazioni e dell’esperienza maturata nello sviluppo del dimostratore in termini di verifica della fattibilità e dell’efficacia di specifiche soluzioni tecnologiche.

Recensioni

Ancora non ci sono recensioni.

Recensisci per primo “SPIDER”

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *